Ong 2.0 | Ecco come co-lavorare

Cloud Computing_468Si è svolto ieri sera l’affollatissimo webinar con Luca Manassero “Il futuro del lavoro in rete”, quasi 300 iscritti (con solo 100 posti in diretta). Da Podio.com a EverNote e Wunderlist abbiamo esplorato le diverse possibilità per gestire gruppi di lavoro a distanza. Con la consueta raccomandazione di fondo: cambiare mentalità. Qui un breve riassunto, e a tutti gli iscritti sarà inviata la registrazione integrale.

Si tratta prima di tutto di concepire il lavoro in modo nuovo, senza rigidità di orari, con pazienza e creatività e superando l’idea che bisogna andare in ufficio per lavorare. L’office on the cloud non ha orario di apertura e di chiusura, ognuno ci lavora quando è meglio per lui. Questo l’inizio del webinar con Luca Manassero, ad di Missing Link Techology esperto in It e sistemi di integrazione. che chiarisce: “E’ certo importante darsi degli appuntamenti online con i colleghi, perché non li si incontra più per caso alla macchina del caffé, ed è per questo che l’incontro va cercato e pianificato con pazienza, soprattutto se magari i colleghi vivono in luoghi della terra con nove ore di fuso orario ripetto a noi”.  

Piccoli accorgimenti, per creare i presupposti di un buon lavoro a distanza.

Che deve partire anche dal superamente della mail.  Avere chiaro che mail e telefono non sono modi di gestire il lavoro a distanza, in quanto permettono una comunicazione unidirezionale o al massimo a due. Non tengono memoria cronologica di ciò che si è detto, crano spesso incomprensioni e grande aumento di lavoro per la condivizione con altri.

Sviluppare conversazioni collettive, tenerne memoria, gestire i flussi di lavoro, sono i principi alla base del lavoro del futuro. 

Per questo Luca Manassero ci ha illustrato vari strumenti gratuiti oggi disponibili, come Podio, o i più conosciuti, ma incompleti Google Drive, EverNote, Wunderlist. Pronti per il lavoro del futuro?

Guarda lo storify della twitcronaca dell’evento

[View the story “#lavoroinrete ” on Storify]Leggi anche: 

22 ottobre – 22 novembre | Strumenti e strategie social per il non profit – corso base

26 ottobre – 14 dicembre | Approcci, metodi ed esperienze delle ong nello sviluppo rurale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *